MORTI TRE ALPINISTI SUL MONTE ROSA, I SOCCORRITORI: “PRECIPITATI PER 800 MT” Le vittime facevano parte di una cordata di sei persone. Gli altri tre, illesi, hanno lanciato l'allarme

358
alpinisti

Ancora morti sulle cime innevate delle Alpi italiane. Tre alpinisti svizzeri sono deceduti sul Monte Rosa dopo essere precipitati per circa 800 metri dal Colle Gnifetti. Le vittime facevano parte di una cordata di sei persone. Gli altri tre sono illesi. Il Colle dal quale sono caduti è tra le vette più alte del massiccio del Monte Rosa con i suoi oltre 4500 metri di altitudine. Situato nelle Alpi Pennine si trova sul confine italo-svizzero.

Secondo quanto riferito dal soccorso alpino della Val d’Aosta, l’incidente è stato causato dal cedimento di una cornice di neve su cui si trovava la cordata. L’allarme è stato dato da altri alpinisti che hanno assistito alla tragedia. Le tre persone illese sono state portate al rifugio Mantova, che si trova a 3.498 metri sul ghiacciaio del Monte Rosa, mentre le tre salme saranno recuperate dal soccorso alpino piemontese non appena le condizioni di sicurezza lo consentiranno. Nel luogo dell’incidente vi è infatti un elevato rischio di distacchi.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS