USA, FARAGE DAL PALCO DI TRUMP: “POTETE SCONFIGGERE WASHINGTON!” L'uomo simbolo della Brexit è comparso a Jackson, in Mississippi, a sostegno del candidato repubblicano

447

Nigel Farage, uno degli uomini simbolo della Brexit, è comparso sul palco a Jackson, in Mississippi, accanto al candidato repubblicano per la presidenza Usa Donald Trump. Un intervento, ha spiegato lo stesso Farage, “Per raccontare la storia della Brexit”. La notizia che il politico britannico avrebbe affiancato Trump durante l’evento di Jackson era comparsa nei giorni scorsi sui media britannici ed era rimbalzata negli Stati Uniti, dove tuttavia non aveva trovato alcuna conferma ufficiale.

“Se volete che il Paese cambi, dovete tenere gli scarponi ai piedi”, ha dichiarato Farage ai circa 15mila supporter del candidato Gop. “Ci sono milioni di americani che sono stati delusi; che hanno attraversato momenti difficili; che sentono che la classe politica a Washington è distante da loro, che sentono che molti dei loro rappresentanti sono parti politicamente corrette dell’elite liberale dei media. Sentono che la gente non si batte per loro. Quindi – ha continuato Farage – avete un’opportunità fantastica con questa campagna”. “Potete uscire e sconfiggere i sondaggisti, i commentatori, sconfiggere Washington!” ha esclamato Farange.

Intanto Trump riconquista campo sulla candidata democratica Hillary Clinton. “Le cifre dei sondaggi stanno cominciando a sembrare molto buone. Sono in testa in Florida e Arizona, grande salto in Utah. Tutti i numeri salgono, risalita nazionale. Wow” ha twittato entusiasta Trump, commentando alcuni risultati. Nello specifico, il candidato Gop ha il +2% su Hillary in Florida, il +5% in Arizona e il +15% in Utah. Troppo poco per la poltrona presidenziale, ma abbastanza per poter sperare nella rimonta dell’ultimo minuto; magari grazie all’appoggio di Farage.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS