ITALIANI E CULTURA, SONDAGGIO CHOC: IL 52% NON CONOSCE I MONUMENTI E LE OPERE D’ARTE DEL PAESE

578
italiani

L’Italia è senza ombra di dubbio uno dei Paesi più belli del mondo, sia per la sua incredibile posizione geografica, sia per le bellezze architettoniche e culturali, che affascinano milioni di turisti. Gli italiani, però, quanto ne sanno di monumenti, luoghi storici e cutura in generale? La risposta è sconfortante e dovrebbe invitare a riflettere insegnanti, genitori e Istituzioni.

Ben il 52% degli italiani, infatti, si dimostra più che incerto su molte delle principali meraviglie del Bel Paese: se si tratta di dare indicazioni generali, nessun problema, ma di fronte a domande più specifiche molti nostri connazionali crollano. E questo non vale solo per i monumenti meno “famosi”, ma anche per luoghi come il Colosseo, il Ponte di Rialto e il “Cenacolo” di Leonardo da Vinci.

A dare i numeri di questa dilagante ignoranza è uno studio promosso da “Bibite Sanpellegrino” in occasione del concorso “Vinci le Meraviglie d’Italia”, pensato per far riscoprire agli italiani le bellezze della nostro Paese. L’analisi è stata condotta su oltre 4 mila persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni, raggiunte sui principali social network, blog, forum e community.

I risultati parlano chiaro: gli uomini sono meno informati delle donne, mentre la fascia di età più “ignorante” è quella tra i 30 e i 49 anni. A scioccare, però, sono le “gaffe” a dir poco imbarazzanti registrate dai sondaggisti: per ben 6 italiani su 10 il “Cenacolo” si troverebbe a Firenze – zona natale di Leonardo – e non a Milano, all’interno del Refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie.

I Sassi di Matera? Per il 51% degli italiani sarebbero in realtà delle semplici conformazioni rocciose particolari, non gli insediamenti urbani ricavati nelle rocce e utilizzati nel corso dei secoli dalla popolazione della città lucana. Stessa triste sorte tocca ai Nuraghi sardi, che il 48% degli intervistati considera un dolce tipico.

Non potevano mancare i Trulli, note costruzioni coniche tipiche della località di Alberobello in provincia di Bari, che il 21% dei partecipanti al sondaggio associa all’ex pilota di Formula 1, l’omonimo Jarno Trulli, che ha disputato oltre 250 GP in carriera.

Per concludere, ecco la lista delle città con gli abitanti più “distratti”: ad aggiudicarsi il primo posto è Roma, con un 64% di intervistati ignari di ciò che li circonda, seguono a ruota Napoli (62%), Palermo (61%), Torino (59%), Bologna (57%) e Milano (50%).

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS