VOLO ALARE: MUORE L’ALTOATESINO EMANUELE ULI, AVEVA 29 ANNI Dal 1989 ad oggi i base jumper morti dopo aver spiccato il volo dalla parete di Muerren sono 40

530

E’ morto in un incidente durante un volo con la tuta alare il base jumper altoatesino Uli Emanuele. Il 29enne si trovava in Svizzera sulle montagne di Lauterbrunnen per effettuare le riprese per uno dei suoi video in volo per i quali era diventato un star su internet. La notizia è stata confermata dallo staff di Emanuele, ma per il momento non vi sono informazioni precise su come sia avvenuta la tragedia. Si sa solo che il ragazzo è morto sul colpo dopo un tremendo schianto contro una parete rocciosa.

L’ipotesi più accreditata è quella che possa essersi scontrato in volo con un altro base jumper o che un passaggio troppo ravvicinato tra i due possa aver provocato una distrazione. I due avrebbero poi sbattuto contro la parete rocciosa, precipitando al suolo. E’ la versione della polizia cantonale bernese che aggiunge che nella stessa zona è stato trovato il corpo senza vita di un base jumper britannico di 49 anni.

L’altoatesino era diventato famoso e una star di internet per il volo con la tuta alare attraverso un anello di fuoco e una ‘cruna d’ago’ formata da una roccia larga solo 70 cm. La cifra della sua passione si può vedere nel post pubblicato su Facebook la mattina dell’incidente, l’ultima di una vita spericolata interrotta troppo presto: “Tramonto sulle Dolomiti a 3100 metri, pronto per un nuovo salto”.

Dal 1989 ad oggi i base jumper morti dopo aver spiccato il volo dalla parete di Muerren sono 40. Nei giorni scorsi, un altro appassionato di questa disciplina è perito in un incidente sulle montagne del Trentino.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS