AL VIA DOMENICA LA SETTIMA EDIZIONE DI “LAND ART AL FURLO” Il giorno 21 agosto 2016 alle ore 10.30 prenderà il via la nuova edizione, intitolata "Totem: scritture verticali"

463

Dal 21 Agosto 2016 al 18 Settembre 2016 a Fossombrone (Pu) la Casa degli Artisti – associazione culturale no-profit inserita nel Sistema provinciale di Arte Contemporanea – propone la sua annuale passeggiata d’arte: la Land Art al Furlo, una immersione e commistione di arte e natura realizzata ogni fine erstate dal 2010.

Il giorno 21 agosto 2016 alle ore 10.30 prenderà il via la settima edizione, intitolata “Totem: scritture verticali”: tanti gli appuntamenti che fino al 18 settembre 2016 animeranno il Parco-Museo di Sant’Anna del Furlo, all’interno della Riserva Naturale Gola del Furlo. Per celebrare la settima edizione, rispettando l’importanza rituale del numero 7, oltre 40 artisti interpreteranno un tema altamente simbolico, il Totem, inteso come elemento di visione verticale. 40 opere sotto il cielo, sulle boscose rive del Candigliano.

I 40 artisti Partecipanti si divideranno in 5 “indoor” – N. Bonini e A. Pavinato, Cecilia De Paolis, Seyeden Mahsa Khaligh Razavi, Adolfo Tagliabue – e rerstanti “outdoor”. Eccone l’elenco completo: Camillo Baldeschi, Angela Balducci, Stefania Barbetta/Andrea Paparella,Gabriele Bianconi, Branciforte, Giuseppe Cosenza, Rosario D’Andrea, Armando Di Nunzio/Sisto Righi/Antonio Sorace/Walter Zuccarini, Yvonne Ekman, Pamela Ferri, Giovanni Galiardi, Paolo Garau, Daniela Giglio, Patrizia Ianni, Ivan Iannucci, Ricardo Macias, Giuliano Mammoli, Maren Marie Mathiesen, Marisa Merlin, Enrico Miglio, Mario Naccarato, Noa Pane, Jessica Pelucchini, Giulio Perfetti, Sisto Righi, Giulia Ripandelli, Salvatore Travascio, Patrizia Trevisi, Achille Quadrini, Luca Zaro.

Il ricco programma della prima giornata, domenica 21 agosto, vede l’inaugurazione alle 10,30 nel Parco della Casa degli Artisti davanti all’installazione “Mare Nostrum” dell’associazione culturale Animammersa de L’Aquila. L’installazione è un mosaico in lana e cotone, un arazzo di sedici metri realizzato con le “pezze” lavorate ai ferri o all’uncinetto, arrivate da ogni dove, tutte cucite dalle artiste aquilane. Un monito delicato e civile che vuole denunciare le condizioni dell’Adriatico e del Mediterraneo.
Alle 12.00 ci sarà la Performance dimostrativa di Luca Zaro che svelerà l’arte dello “Stone balancing”, come mettere una pietra sull’altra e farle stare in bilico. Una tipica pratica Zen e di pura Land Art. Dopo il buffet delle 13,00, alle 15,00 partirà una visita guidata, a cura della docente Francesca Luslini, tra i 34 Totem esposti. Alle 17,00 la curatrice Alice Devecchi presenterà ufficialmente la VII edizione della Land Art al Furlo e, a seguire, il vicepresidente della Casa, Elvio Moretti, in: “Che cosa c’è dietro?”.

L’Associazione culturale e residenza solidale “Casa degli Artisti di Sant’Anna del Furlo” vive per salvaguardare la biodiversità e promuovere l’arte contemporanea. Nel parco botanico-culturale si tutelano gli alberi di frutta antica, le antiche rose damascene, le essenze spontanee e autoctone. Dal 2010 si svolge la Passeggiata d’Arte per ammirare il paesaggio del Furlo e le opere “sotto il cielo”. L’associazione è anche interessata al mondo del restauro dell’arte contemporanea: per questo collabora con la Scuola del Restauro dell’Università di Urbino, diretta da Laura Baratin. Le date delle successive passeggiate domenicali saranno: il 28 agosto, il 4 settembre e il 18 settembre con un concerto a partire dalle 19 che chiuderà la ricca edizione 2016.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS