RIMINI, AL VIA IL “MEETING DELL’AMICIZIA TRA I POPOLI”: MATTARELLA INAUGURA LA MOSTRA PER I 70 ANNI DELLA REPUBBLICA Numerosi saranno i personaggi di spicco della politica, dello spettacolo e della musica che interverranno

564
rimini

Sarà il Presidente Sergio Mattarella ad inaugurare la mostra dedicata ai settant’anni della Repubblica “L’incontro con l’altro: genio della Repubblica 1946-2016”, protagonista della 37 esima edizione del “Meeting per l’amicizia fra i popoli”, che si terrà dal 19 al 25 agosto a Rimini.

Curata dalla Fondazione Meeting e dalla Fondazione per la Sussidiarietà, alla mostra ha collaborato l’ex presidente della Camera dei Deputati Luciano Violante, con la supervisione storica di Agostino Giovagnoli e il coordinamento del giornalista Massimo Bernardini.

Grazie ai filmati di Rai Teche e ai documenti della Camera dei Deputati, l’esposizione percorre un periodo storico come il Dopoguerra, dove l’Italia si è costituita, spiegano gli organizzatori, “grazie al compromesso virtuoso tra culture diverse: la cattolica, la social-comunista e la liberale. Ritrovare le ragioni di un impegno condiviso è quanto mai importante anche oggi, un momento in cui, soprattutto in politica, prevalgono scontro e delegittimazione continui”.

Numerosi saranno i personaggi di spicco della politica, dello spettacolo e della musica che interverranno: dal ministro dell’interno Angelino Alfano, che parlerà lunedì 22 sul futuro dell’Europa, al ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi che interverrà sulle riforme costituzionali.

Il programma degli incontri e dei convegni si articola, però, con una programmazione particolarmente ricca e varia: altre 8 mostre, della quali 2 dedicate ai bambini, spettacoli, concerti e ben 13000 mq dedicati alla conoscenza e alla pratica dello sport.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS