BREXIT, MAY: “NESSUN DIVORZIO DELLA UE PRIMA DEL 2017” Il primo ministro britannico ha confermato di voler "mantenere relazioni positive sia con l'Ue sia con i singoli Paesi"

455

La Gran Bretagna non intende divorziare dall’Unione europea prima del 2017. Lo ha ribadito la premier Theresa May in conversazioni telefoniche avute oggi con il collega olandese, Mark Rutte, e quello danese, Lars-Lokke Rasmussen. Lo riporta una nota di Downing Street. La May – succeduta a David Cameron il 13 luglio scorso – ha sottolineato che attendere fino al 2017 per attivare l’articolo 50 del trattato di Lisbona è, a suo giudizio, un tempo “adeguato” per favorire un processo “morbido e ordinato”. Dal momento dell’attivazione dell’articolo, scatteranno i due anni previsti dal trattato per concludere i negoziati d’uscita della Gran Bretagna dalla Comunità Europea (la Brexit), salvo proroghe concesse all’unanimità da Bruxelles.

Il primo ministro britannico ha poi confermato l’obiettivo di “mantenere relazioni positive sia con l’Ue sia bilateralmente con i singoli Paesi che ne fanno parte” una volta che la Brexit sarà completata. “Agli Italiani che risiedono in Gran Bretagna – aveva detto May lo scorso fine luglio al termine dell’incontro avuto a Roma con il premier italiano Matteo Renzi – posso garantire che i loro diritti non verranno toccati e io li garantirò, ma non potrò farlo se i cittadini britanni non verranno garantiti allo stesso modo”. “L’Italia è l’ottavo mercato di interscambio e noi vogliamo portare avanti l’interscambio commerciale” aveva chiarito. “Lasceremo l’Ue ma continueremo ad essere parte dell’Europa” aveva infine assicurato.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS