IL SANTO DEL GIORNO SAN DONATO

14480

s.donatoSan Donato, vescovo d’Arezzo, martire durante la persecuzione di Giuliano nel 362. Patrono di Arezzo, Mondovì e di Rivarolo (Torino). Notizie della sua vita sono riportate nel Martirologio Geronimiano (risalente al V secolo), in una Passio Donati del VI secolo, in varie altre Passiones, agiografie di origine medievale, di attendibilità discussa, e nella Cronaca dei custodi, documento dell’XI secolo.
Nacque probabilmente ad Arezzo ma, secondo alcune fonti, potrebbe essere stato originario di Nicomedia o di Roma. Divenne prete mentre vescovo di Arezzo era Satiro.
La sua opera di evangelizzazione fu molto proficua. Consacrato vescovo dal papa, succedette a Satiro nella guida della Chiesa aretina e continuò nella sua opera pastorale, coadiuvato dal diacono Antimo.
Le notizie di origine più antica non parlano di un suo martirio e gli viene attribuito il titolo di vescovo e confessore. Più tardi gli venne attribuito un martirio, inflittogli dal prefetto di Arezzo, Quadraziano, mediante decapitazione. Secondo altri sarebbe morto nel 304, sotto Diocleziano. Il giorno in cui, secondo la tradizione, avvenne la sua morte, è il 7 agosto.

Con questo nome si ricordano ancora: un martire con Agape e Sabino, il 25 gennaio; un altro che subì il martirio a Fossombrone con diversi compagni, il 4 febbraio; un diacono ucciso in Africa, un santo martire, commemorato con Abbondanzio, Leone e Niceforo, il 1° marzo; un vescovo dell’Epiro, il 30 aprile; un martire di Cesarea, con Polièuto e Vittore, il 21 maggio; un prete di Sisteron in Francia, il 19 agosto, un martire di Antiochia con altri compagni, il 23 agosto, un altro martire di Sentino, il primo settembre; uno martirizzato a Capua con i Santi Arconzio e Quinzio, il 5 settembre; un martire di Messina, il 5 ottobre; un santo di origine scozzese vescovo di Fiesole che viene commemorato assieme ad un altro santo omonimo (figlio di Valdelano, duca della Borgogna), il 22 ottobre; un vescovo di Corfù, il 29 ottobre e un martire, ucciso con i Santi Mansueto, Onorio e altri compagni ad Alessandria, il 30 dicembre.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS