NON SOLO EMERGENZA RIFIUTI, MA ANCHE SOS BUS A ROMA: POCHI IN ESTATE, LINEE DECIMATE Il presidente del Codacons Rienzi ha dichiarato la sua intenzione di rivolgersi alla Procura di Roma perché apra un'indagine per interruzione di servizio

393
bus

Un estate particolare quella della Capitale, che non solo deve fare i conti con l’emergenza rifiuti, ma anche con il problema legato agli autobus. L’sos è stato lanciato dal presidente della Commissione capitolina Trasporti, il pentastellato Enrico Stefano, durante l’audizione dei vertici Atac. “Intere linee non sono esercitate per mancanza di autobus – ha denunciato Stefano – e ci sono guasti continui peggio dello scorso anno. Credo sia la prima estate in cui avviene questo. Non si era mai arrivati ad una situazione così grave”.

E mentre ancorta inperversa la polemica sui rifiuti e sull’assessore Muraro, tanto da spingere l’Anac ad aprire un’inchiesta, il presidente della Codacons, Carlo Rienzi si è detto pronto a dare battaglia per risolvere almeno il problema dei mezzi pubblici. “Siamo pronti a rivolgerci alla Procura di Roma chiedendo di aprire un’indagine per interruzione di publico servizio”, ha dichiarato Rienzi, rispondendo all’allarme di Stefano.

“Gli utenti hanno diritto ad un servizio continuativo che non vada in ferie ad agosto – spiega Rienzi -. A differenza degli scorsi anni, Roma ad agosto non si svuota e molti cittadini rimangono in città, senza contare la presenza massiccia dei turisti. Per questo il trasporto pubblico deve essere garantito anche nelle prossime settimane e deve essere adeguato alle esigenze dell’utenza. Se si verificheranno disagi e sospensioni di linee e collegamenti, sarà inevitabilmente rivolgerci alla Procura denunciando l’interruzione di pubblico servizio. Chiediamo pertanto al sindaco Virginia Raggi di intervenire a tutela degli utenti romani e dei turisti, affinché il servizio sia garantito senza disagi anche ad agosto”.
 

 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS