VARCHI AL COLOSSEO E MILITARI IN VIA DEL CORSO: LE NUOVE MISURE ANTI-TERRORISMO A ROMA

361
roma

Varchi controllati al Colosseo, via del Corso divisa in tre settori e presidiata da pattuglie di soldati, zona di massima sicurezza estesa anche nelle aree limitrofe a Piazza San Pietro, soprattutto ai Bastioni di Michelangelo interessati con il periodo estivo da un massiccio afflusso ai Musei Vaticani. Inoltre potenziamento dei controlli notturni nelle zone della movida: 800 uomini saranno destinati a tenere sotto controllo Pigneto, Trastevere e Campo de Fiori. Sono alcune elle nuove misure antiterrorismo per la città di Roma, disposte con una nuova ordinanza del questore di Roma, Niccolò D’Angelo.

Inoltre, con una nota, da San Vitale hanno fatto sapere che la vigilanza è stata estesa anche ad altri obiettivi religiosi in varie zone, anche quelle più periferiche della Capitale. Le autorità e le forze dell’ordine inoltre hanno preso contatti con i direttori dei maggiori centri commerciali per individuare e mettere a punto modalità operative nell’eventualità di “possibili scenari di crisi”. Un occhio particolare – in tutti i sensi del termine – verrà riservato alle manifestazioni estive che in questo periodo dell’anno si moltiplicano sul territorio della Capitale. Come spiegato nella nota, il nuovo piano antiterrorismo vuole essere un “perfezionamento” del precedente e mira a razionalizzare le risorse adattandole al momento in cui si trova la città.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS