ASSISI, APERTURE STRAORDINARIE E VISITE GRATUITE PER LA MOSTRA “ANNO SANTO. I GIUBILEI DELLA CHIESA” Con questa mostra sarà possibile ricostruire un pezzo di storia di importanti eventi spirituali e religiosi

496
assisi

In occasione del Pellegrinaggio Papa a Porziuncola Assisi per l’ottavo centenario del “Perdono di Assisi”, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e la Fondazione CariPerugia Arte promuovono un’iniziativa culturale senza precedenti, l’apertura straordinaria, dalle 11 alle 19, e visite guidate gratuite per la mostra “Anno Santo. I Giubilei della Chiesa da Leone XIII a Francesco” allestita a Palazzo Bonacquisti.

Con questa mostra sarà possibile ricostruire un pezzo di storia di importanti eventi spirituali e religiosi e del loro riflesso sulla società e sulla cultura del tempo, tutto attraverso pagine della stampa quotidiana e periodica, suggestive immagini fotografiche fornite da archivi come Alinari e Ansa, documenti e volumi provenienti dalla Biblioteca nazionale centrale di Firenze e dall’Enciclopedia Treccani, video Rai, Istituto Luce, Centro Televisivo Vaticano e TV2000.

Proprio in omaggio alla visita del Papa e a integrazione del percorso espositivo consueto saranno proiettati nella mostra alcuni nuovi filmati su Papa Francesco, tra cui il discorso con cui ha annunciato l’indizione del Giubileo 2016 ed altre immagini di momenti significativi del suo pontificato.

Un’iniziativa che è stata pensata non solo per gli aduti, ma anche per i più piccoli: per i bambini, infatti, è stato realizzato un apposito video che spiega loro il senso del Giubileo. Il pubblico potrà, inoltre, ascoltare l’inno ufficiale realizzato su richiesta del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione da Paul Inwood, per la parte musicale, e dal padre gesuita Eugenio Costa per quella testuale.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS