UNICEF: “ALEPPO SOTTO ASSEDIO PERPETUO, BIMBI IN CONDIZIONI DI VITA DISPERATE” Sono circa un milione e mezzo le persone che vivono in zone difficili da raggiungere dagli aiuti militari

569

Situazione “disastrosa” per i bimbi della città siriana di Aleppo. Lo denuncia Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia, ricordando che “oggi, a causa degli scontri, 300mila persone di cui circa 133mila bambini sono sotto assedio e completamente isolati a causa dell’impossibilità di fornire aiuti umanitari di qualsiasi genere”. “Aleppo – spiega Iacomini – è sotto assedio perpetuo e migliaia di bambini continuano a vivere in condizioni disperate, i raid aerei sono tornati ad essere intensi”.

Secondo stime dell’Unicef, sono circa un milione e mezzo le persone che vivono in zone difficili da raggiungere tra il governatorato e la città di Aleppo. Tra questi, almeno 600mila sono minori. “Cifre impressionanti – avverte il fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia -. Questa guerra da 5 anni è concausa della grave situazione di instabilità internazionale, di migrazioni di massa, innocenti morti in mare, attacchi terroristici e molto altro”.

Per Iacomini, “la comunità internazionale deve trovare una soluzione diplomatica urgente, riscoprire il valore supremo del dialogo o sarà una catastrofe. Sembra di assistere al triste ritornello della canzone di Branduardi ‘Alla fiera dell’est’ dove sempre più attori interni e esterni contribuiscono a tenere la Siria, il suo popolo e i suoi bambini inermi, in condizioni disastrose”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS