MONOPOLI, MAXI SEQUESTRO DI MARIJUANA DOPO INSEGUIMENTO IN MARE I finanziari hanno notato al largo delle coste pugliesi un gommone che procedeva a velocità sostenuta

715

Inseguimento in mare di corrieri della droga e sequestro di 12 quintali (pari a 1.200 Kg) di marijuana, per un valore sul mercato di circa 12 milioni di euro. E’ il bilancio di una operazione condotta dai finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale di Bari in collaborazione con i colleghi del Gruppo Aeronavale di Taranto nell’ambito di un dispositivo per contrastare l’immigrazione clandestina e i traffici di droga diretti in Puglia dal mar Adriatico. In appoggio ai finanzieri, anche il centro di coordinamento locale per l’operazione “Triton” dell’Agenzia Europea Frontex.

I finanziari hanno notato al largo delle coste pugliesi un gommone di circa 10 metri, e dotato di due potenti motori da 350 cavalli ciascuno, che procedeva a velocità sostenuta al largo della costa molese per poi avvicinarci alla terraferma. Al mezzo si sono avvicinate alcune motovedette per eseguire un controllo più accurato, ma gli scafisti a bordo del natante hanno aumentato la corsa lanciando il carico in acqua per garantirsi una maggiore velocità.

Quindi, hanno puntato verso la costa toccando terra nei pressi di Cala Corvino, località di Monopoli, e hanno fatto perdere le loro tracce. Il gommone è stato abbandonato con la marcia avanti inserita e ha quindi cominciato pericolosamente a girare su se stesso. I militari della Gdf hanno bloccato il natante e recuperato dai fondali più di 80 colli con oltre 12 quintali di marijuana. Mentre è ancora caccia agli scafisti, il carico di droga e il gommone sono stati recuperati e sequestrati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS