BABYSITTER USA IL BIMBO PER RUBARE AL SUPERMERCATO

433

Mai fidarsi – e tantomeno affidare figli – a degli sconosciuti. È questa la morale della triste vicenda, fortunatamente finita bene, che ha coinvolto una mamma quantomeno superficiale e suo figlio di 11 anni in Pennsylvania (Usa). Il ragazzino era stato affidato a un uomo perché gli facesse da baby sitter durante l’assenza della madre. L’uomo ha deciso di sfruttare la presenza del minore per … andare a rubare. È entrato con un carrello insieme al bambino nel supermercato locale Walmart e ha preso alcuni prodotti tra gli scaffali, tra cui degli attrezzi da lavoro.

Poi, in modo subdolo, ha infilato gli oggetti nei sacchetti come se fossero già stati pagati e ha preso la via dell’uscita. Pensava che la presenza di un ragazzino accanto a lui avrebbe distratto gli agenti di sicurezza che, però, non si sono fatti ingannare e hanno intimato l’alt alla strana coppia.

È a quel punto che l’uomo ha abbandonato in strada il ragazzino ed è scappato con l’auto. Il bambino, evidentemente impaurito, ha raccontato che quel “signore” gli stava facendo da baby sitter. Riportato tra le “sicure” braccia materne, la donna ha spiazzato gli agenti dicendo loro di non conoscere il nome esteso dell’uomo a cui aveva affidato il figlio. Gli agenti, a quel punto, hanno deciso di allertare i servizi sociali, indecisi tra chi dei due adulti fosse il peggior educatore finora incontrato. L’uomo è poi stato arrestato e speriamo che la sua carriera di baby sitter sia finita per sempre.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS