SALERNO-REGGIO CALABRIA, RENZI INAUGURA IL CANTIERE ITALIA Il premier: "Un efficiente piano per il turismo passerà anche dalla possibilità che sia lo Stato a gestire la promozione"

1320
A3

“Un efficiente piano per il turismo passerà anche dalla possibilità che sia lo Stato a gestire la promozione. E questo è uno dei temi del prossimo referendum”. A dirlo è stato il premier Matteo Renzi all’inaugurazione del viadotto Italia dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria.

Da oggi, per la prima volta dalla sua realizzazione, la Salerno-Reggio Calabria è percorribile senza cantieri: oltre 440 km senza interruzioni per “man at work”. E presto l’opera sarà conclusa, promette, anche su Twitter, il presidente del Consiglio: “Quando siamo partiti ridevano di noi, il 22 dicembre percorreremo questa infrastruttura da Salerno a Reggio Calabria con Delrio, andremo piano, la scorta se vuole segue”.

Il premier ha sottolineato come proprio l’A3 sia stato un blocco per il turismo al sud evidenziando anche come la provincia autonoma di Bolzano abbia lo stesso numero di turisti stranieri di tutte le regioni del Mezzogiorno messe insieme. “L’accessibilità – ha detto Renzi – è una delle priorità per il turismo. Questa infrastruttura va nella direzione di sostenere un settore con una tecnologia all’avanguardia, con la banda larga e con una certa velocità di spostamento, naturalmente sempre nei limiti del codice. Sarà una rivoluzione per il turismo al sud”.

Per il premier in l’Italia “nessuna impresa è impossibile”, ma questo non vuol dire che sono tutte rose e fiori. “Mi accusano di fare sempre il racconto in positivo, di raccontare solo le cose belle. Non è così – ha precisato Renzi -. Non siamo quelli che raccontano il mondo tutto a colori, ma siamo convinti che anche di fronte ai problemi l’Italia è in condizione di affrontare i problemi e di superare i limiti”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS