PI GRECO, OGGI SI CELEBRA LA GIORNATA DELL’APPROSSIMAZIONE DI ARCHIMEDE Il "π" definisce il rapporto tra la misura della lunghezza della circonferenza e la misura della lunghezza del diametro di un cerchio

850
π

Si celebra oggi il giorno dell’approssimazione di pi greco (π), una costante utilizzata in matematica e fisica che, in geometria piana definisce “il rapporto tra la misura della lunghezza della circonferenza e la misura della lunghezza del diametro di un cerchio”. Il pi greco, scoperto oltre 4000 anni fa, è noto anche come l’area di un cerchio di raggio 1.

A causa della sua natura trascendente, non ci sono semplici espressioni finite che rappresentano π. Di conseguenza, i calcoli numerici devono usare approssimazioni del numero. In molti casi, l’approssimazione più comune (che equivale a 3,14) è sufficiente, ma molti ingegneri preferiscono usare 3,1416 (cinque cifre significative) o 3,14159 (6 cifre significative) per una maggior precisione dei calcoli.

Lo scriba egizio di nome Ahmes è lo scrittore del più antico testo conosciuto contenente un’approssimazione di pi e descrive il valore come 256/81 oppure 3,160. Archimede, la cui intuizione si celebra oggi, elaborò un metodo con cui è possibile ottenere approssimazioni migliori e lo usò per dimostrare che π è compreso tra 223/71 e 22/7. La media dei due valori è circa 3,1419, un risultato molto vicino alla realtà nonostante sia stato calcolato 200 anni prima di Cristo.

Nei secoli si sono avvicendati decine di matematici che, con i propri studi, hanno ulteriormente allungato le cifre decimali del pi greco. Grazie all’avvento dei super computer, l’elenco continua ad aggiornarsi. L’ultima approssimazione è stata fatta il 2 agosto del 2010 da Shigeru Kondo che è riuscito a estrapolare 5 000 miliardi di cifre in 90 giorni di calcolo, utilizzando un computer domestico modificato con 2 processori Intel e sfruttando l’applicazione “y-cruncher”, sviluppata da Alexander Yee, su un Os Microsoft Windows Server 2008.

Nell’impossibilità di riportare cinque mila miliardi di cifre, per i più curiosi elenchiamo di seguito almeno le prime 100, che sono: 3,14159 26535 89793 23846 26433 83279 50288 41971 69399 37510 58209 74944 59230 78164 06286 20899 86280 34825 34211 70679.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS