FRANCIA, AGGRESSIONE IN UN VILLAGGIO VACANZE: FERITE 4 DONNE Un uomo ha ferito all'arma bianca una donna e le sue tre figlie in un villaggio vacanze delle Hautes Alpes, a Laragne

556
Francia

Un uomo ha ferito all’arma bianca una donna e le sue tre figlie in un villaggio vacanze delle Hautes Alpes, a Laragne. Secondo una fonte vicina all’inchiesta la madre di 46 anni e le tre figlie aggredite sono state ricoverate in ospedale. Una delle tre bambine (di un’età compresa tra i 9 e i 14 anni) “è in pericolo di vita” , ha precisato una fonte citata da BFM-TV. La bimba è stata trasferita in elicottero all’ospedale di Grenoble.

L’aggressore, 37 anni, è stato fermato dalla polizia. La mamma e le sue tre figlie ferite in un villaggio vacanze sulle Alpi francesi sarebbero state aggredite perché “indossavano abiti troppi leggeri” . Lo riporta France Info. Secondo il procuratore Raphael Balland però si tratta soltanto di voci e i motivi dell’aggressione sono ancora da stabilire. Intanto emerge che l’uomo fermato alloggiava vicino alle sue vittime con la sua famiglia, la moglie e due figli, che ha lasciato nel villaggio per scappare subito dopo l’aggressione. “La moglie era in lacrime”, ha raccontato a Le Parisien il sindaco di Garde-Colombe, Edmond Francou, secondo il quale l’uomo “ha gravi problemimentali”. Dopo il tentativo di fuga, l’uomo è stato arrestato dalle forze dell’ordine.

La persona fermata è un uomo di origine marocchina, musulmano praticante che alloggiava in un bungalow vicino a quello occupato dalle donne. Secondo La Provence, l’aggressore proviene dalla regione di Parigi ed era anch’egli in vacanza con la famiglia. L’uomo ha anche precedenti per atti violenti che risalgono a una decina di anni fa. iTele ha avanzato l’ipotesi di una relazione tra l’aggressione e l’abbigliamento delle vittime, ma su un possibile movente del genere non ci sono conferme da parte delle autorità.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS