LA “DURA CONDANNA” DI OBAMA E DEI LEADERS MONDIALI A “QUELLO CHE SEMBRA UN ORRIBILE ATTENTATO TERRORISTICO” Parole di "condanna del crimine" e solidarietà alla Francia anche dagli Emirati Arabi; l Presidente della Commissione Europea Juncker: “ La nostra determinazione resta altrettanto ferma che la nostra unità”

509
Condanna di Obama e dei leaders mondiali

Il Presidente degli Stati Uniti Barak Obama è stato tra i primi a inviare un messaggio di solidarietà alla Francia, ancora una volta sotto choc per la strage, di quasi un centinaio di morti, causata ieri notte a Nizza da un folle lanciatosi con un camion sulla folla. “Condanno duramente quello che sembra essere un orribile attacco terroristico a Nizza, in Francia, che ha provocato decine di morti e feriti fra civili innocenti. Ho dato ordine al mio Staff di rimanere in contatto con le autorità francesi e ho offerto la mia assistenza per indagare su questo attacco e consegnare i responsabili alla giustizia”, ha scritto Obama nel suo Messaggio. “Le nostre preghiere vanno alle famiglie delle persone uccise e auguriamo una pronta guarigione a coloro che sono rimasti feriti. Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza alla Francia, il nostro più antico alleato, affinché risponda e si riprenda da questo attacco. Nel giorno della presa della Bastiglia, ci ricordiamo della straordinaria capacità di reazione e dei valori democratici con cui la Francia ha dato ispirazione a tutto il mondo e sappiamo che la Repubblica francese saprà resistere con forza di carattere dopo questa tragica e devastante perdita di vite umane”.

Anche il Presidente della Commissione Europea Jean Claude Juncker è intervenuto a titolo istituzionale.“Desidero esprimere la mia più grande solidarietà verso le vittime, le loro famiglie e tutti i francesi e le francesi che oggi sono in lutto per un atto terroristico così vile. La Francia può contare sul sostegno della Commissione Europea e degli altri Stati europei nella lotta contro il terrorismo all’interno così come all’esterno dell’Unione Europea. La nostra determinazione resta altrettanto ferma che la nostra unità”.

L’Alta Rappresentante per la Politica estera dell’Unione Europea, Federica Mogherini, ha scelto Twitter per esprimere il cordoglio e l’intenzione di essere tutti “Uniti contro l’odio e la violenza, in Europa come in Asia e altrove”, annunciando che “il Vertice Asia-Europa (Asem), con la Francia si è aperto in Mongolia con un minuto di silenzio in ricordo delle vittime di Nizza”.

Quasi in un’eco con il Presidente statunitense Obama, il Capo di Stato francese Francois Hollande ha dichiarato: L”a Francia è afflitta, inorridita da questa tragedia, questa mostruosità, ma la Francia è forte e sarà sempre più forte dei fanatici che oggi vogliono colpirla”. Quindi, Hollande ha prorogato di tre mesi lo stato di emergenza e ha annunciato il richiamo dei riservisti nell’esercito, per aumentare la sicurezza nel Paese.

L’orrore dell’attacco di Nizza è difficile da rendere in parole. Tutti i pensieri sono con i nostri amici francesi”, ha commentato la Cancelliera tedesca Angela Merkel. Ed è arrivato il messaggio anche della neo Premier britannica Theresa May, attraverso il portavoce: “I nostri pensieri sono con coloro che sono stati colpiti da questo terribile incidente che è avvenuto in un giorno di festa nazionale”.

Anche gli Emirati Arabi Uniti si sono espressi con parole di condanna per quanto avvenuto. Lo sceicco Abdullah Bin Zayed al Nahyan, ministro degli Esteri di Abu Dhabi, ha diramato una nota, nella quale si afferma che “si è trattato di un crimine da condannare, che ha tolto la vita a molti civili inermi di Nizza”. Poi, si legge: “gli Emirati condannano con forza questo crimine detestabile e ribadiscono la propria piena solidarietà alla Repubblica francese amica, restando al suo fianco pronta ad assumere ogni iniziativa necessaria”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS