ATTENTATO IN FRANCIA, IL CORDOGLIO DI RENZI. IL MINISTRO PINOTTI: ” NESSUN PAESE E’ A RISCHIO ZERO” Gentiloni: "Nizza e Europa colpite in modo orribile"

663
francia

Il mondo intero piange le vittime di Nizza: già nella notte sono arrivati al presidente Hollande i messaggi di cordoglio e soliderietà dei leader politici intenazionali.

Tra le prime reazioni “a caldo”, quella del premier Matteo Renzi, il quale ha ritwittato le dichiarazioni del presidente francese, Francois Hollande, dopo l’attentato: “la Francia piange, è addolorata, ma è forte e lo sarà sempre di più dei fanatici che oggi vogliono colpirla”. Il ministro della Difesa Roberta Pinotti intervenuta a alla trasmissine televisiva “Uno mattina” parla di orrore incredibile: “Il momento è di grande dolore e cordoglio. Nessun paese può ritenersi a rischio zero, anche perché il modo di colpire è subdolo”. Anche il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, si unisce al cordoglio nazionale, esprimendo la sua vicinanza alla Francia su twitter: “Nizza e l’Europa colpite in modo orribile. Con Unità di crisi seguo sviluppi della situazione”.

Non si è fatta attendere la reazione del leader della Lega Nord, Matteo Salvini, che ha scritto su Facebook: “Attacco terrorista a Nizza, decine di morti. Ormai le preghiere non bastano più, occorrono le maniere forti”. “Servono leggi speciali a livello globale contro il terrorismo. Controlli, trattenimento di persone sospette, verifiche capillari nelle comunità islamiche in Occidente, iniziative militari internazionali per porre fine allo Stato islamico e a tutte le sue diramazioni in Libia, in Nigeria, ovunque. Senza esitazioni, senza ipocrisie o ambiguità. Chi teme reazioni prenda atto che siamo in guerra, che in nome dell’islam gruppi organizzati o esaltati isolati seminano morte ovunque”, ha scritto invece in un post su Facebook il senatore di Fi Maurizio Gasparri.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS