BANGLADESH, DONNA CATTOLICA COSPARSA DI BENZINA E BRUCIATA VIVA L'aggressione è stata così violenta e repentina che neanche la stessa donna è stata in grado di fornire delle descrizioni dei suoi aggressori

906
  • English
bangladesh

Orrore in Bangladesh, dove ancora una volta è stato commesso un crimine nei confronti di una donna a causa della sua religione. E’ successo nel villaggio di Kajura, nel distretto di Jessore, nel sud ovest del Paese. Una donna cattolica è stata aggredita da alcuni sconosciuti mentre stava dormendo nella sua casa. I criminali sono entrati, l’hanno cosparsa di benzina e le hanno dato fuoco. Sono state le sue grida disperate a richiamare l’attenzione dei suoi parenti che, dopo aver spento le fiamme l’hanno portata d’urgenza in ospedale.

L’aggressione è stata così violenta e repentina che neanche la stessa donna è stata in grado di fornire delle descrizioni dei suoi aggressori. I medici hanno riscontrato ustioni su gran parte del suo corpo, ma la vittima è tornata nella sua casa in quanto non può permettersi le cure ospedaliere.

La comunità cattolica di Shimulia è composta da circa 4mila fedeli, in maggioranza poveri e bisognosi. La violenza nei confronti della donna cattolica non è il primo episodio di questo tipo. Nell’ultimo periodo nel Paese sono stati aggrediti numerosi esponenti delle minoranze, cristiani, indù e buddisti, ma anche musulmani moderati presi di mira per le proprie idee liberali.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS