ITALBASKET MESSO K.O. CON LA CROAZIA, SVANISCE IL SOGNO AZZURRO DELLE OLIMPIADI Il team di Messina esce sconfitto 84-78 dopo un tempo supplementare nella finale del torneo preolimpico di Torino

635
italbasket

L’Italbasket è fuori dai Giochi Olimpici. La sconfitta, subita contro la Croazia, che ancora una volta si conferma la bestia nera azzurri (aveva eliminato l’Italia dagli Europei 1995, 2001 e 2005), nega agli azzurri il pass per Rio de Janeiro. Il match è terminato 84-78 dopo un tempo supplementare. Per l’Italia è la terza assenza consecutiva alla manifestazione a cinque cerchi.

Una finale, quella del preolimpico di Torino, che ha visto gli azzurri nella loro forma peggiore: numerosi i tiri non riusciti, i falli (soprattutto l’uscita di Danilo Gallinari sul +1 al 38’). A purgare i ragazzi di mister Messina sono Krunoslav Simon, autore di 21 punti, dopo aver anche provocato il 5° fallo di Gallinari (ma qui, forse, era fallo del croato), Dario Saric (18 punti e 13 rimbalzi) e Bojan Bogdanovic (26 punti), compresa la tripla della staffa allo scadere dei 24”, a 1’30” dalla fine dell’overtime. Sono rimasti ammutoliti i 14.000 tifosi del PalaAlpitour, una cornice degna di una finale, del ritorno ai Giochi. Ma all’Italbasket non bastano i 18 punti di Belinelli e i 12 di Gallinari e Datome.

L’Italia insegue dall’inizio, e i 23’ di stop per il tabellone in panne si uniscono ai problemi di falli di Bargnani e Gallinari. Cusin è un muro in difesa, ma l’attacco non decolla per almeno 20′. Dall’intervallo l’Italia esce meglio: Gallinari è scatenato e assieme a Datome firma il 10-0. Un’illusione. Simon entra in partita e con tre triple quasi in fila riporta i croati a +6. La partita sembra chiudersi, e invece dal -8 (63-55) l’Italia rientra e sorpassa con Melli su assist del Gallo, che però commette il quinto fallo. Bogdanovic riporta avanti la Croazia, ma Melli è straordinario con il tap-in del pari al 40’. Il supplementare è fatale all’Italia, annientata da Saric e dalla tripletta di Simon. La Croazia vola a Rio de Janeiro per le Olimpiadi. Per l’Italia è l’ultimo traguardo mancato dalla generazione che ha invaso la Nba.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS