TORNA AD OTTOBRE, L’APPUNTAMENTO DOMENICALE CON I CONCERTI DEL QUIRINALE È possibile visitare il Palazzo, i giardini e il parco di Villa Rosebery per tutto il mese di luglio, anche su tablet e smartphone

610
Concerti del Quirinale

Riprenderà ad ottobre, per la stagione 2016-2017, l’appuntamento domenicale con i Concerti nella Cappella Paolina (commissionata da Paolo V al Maderno sul modello della Cappella Sistina in Vaticano), con frequenza settimanale alle ore 12, per i visitatori del Palazzo del Quirinale e per il pubblico di Radio3. Un’ora di ottima musica d’intrattenimento e anche di crescita culturale, nella conoscenza della nostra tradizione, dei grandi autori e della ricerca musicale del nostro Paese.

La programmazione spazia dal repertorio classico a quello medievale, dal barocco al patrimonio etnico e popolare, dalla musica d’improvvisazione a raffinate forme di espressione contemporanea, dal recupero di strumenti antichi alla trascrizione di interpretazioni di repertori anche inaspettati.

Le esecuzioni, oltre che offerte in diretta agli ospiti del Quirinale, sono ascoltate per radio su Rai 3 in molti Paesi, soprattutto europei.

Appena insediato, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva, infatti, promosso il progetto del “Palazzo sempre aperto”. Anche nel mese di luglio, prima della chiusura estiva ad agosto, è possibile visitare il Quirinale, prenotando almeno cinque giorni prima il percorso artistico e istituzionale dalle 9.30 alle 16, il martedi, mercoledi, venerdi, sabato e domenica.

Sono possibili anche visite “virtuali”, su tablet e smartphone, nel Palazzo, nei giardini e nel parco di Villa Rosebery, con una ricostruzione in 3D e il commento audio in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS