MATTARELLA E LA CURA CONTRO IL FANATISMO ISLAMICO: L’INTEGRAZIONE Il Capo dello Stato: "Isolare gli estremisti e costruire insieme un futuro di pace"

832
mattarella

La “cura” contro il fanatismo religioso di matrice islamica è l’integrazione. E’ quanto afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una nota diffusa in occasione della ricorrenza dell’Eid Al Fitr”. In questa ricorrenza, scrive il Quirinale, “desidero rivolgere un caloroso saluto a tutti i cittadini italiani di fede islamica e ai tanti musulmani ospiti e residenti nel nostro Paese”.

“In un momento nel quale visioni distorte della fede religiosa provocano indicibili lutti e immense sofferenze, le celebrazioni della fine del Ramadan – sottolinea il capo dello Stato – devono richiamarci, ancora una volta, a un’attenta ed attiva riflessione sull’importanza del dialogo, della tolleranza, del rispetto dello Stato di diritto, con l’obiettivo di isolare gli estremisti e costruire insieme un futuro di pace”.

“La presenza, nel nostro Paese, di una numerosa comunità musulmana attiva e ben integrata ci ricorda come conquiste storiche, come la libertà di culto, siano una delle più importanti garanzie contro il fanatismo, l’odio e l’intolleranza, e contribuiscano alla costruzione di una società autenticamente multiculturale e pluriconfessionale. È con questo pensiero che rivolgo nuovamente i miei migliori auguri per un felice Eid Al Fitr a tutti i musulmani italiani e in Italia”, conclude.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS