“POMPEI. THE EXHIBITION”: A NOVEMBRE INIZIA IL GRAND TOUR AMERICANO le opere provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli; fino a maggio 2018

636

Dal prossimo novembre inizierà il grand tour della mostra “Pompeii. The Exhibition” con opere provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Mann). Grazie all’accordo siglato dal direttore Paolo Giulierini e da John Norman, presidente di “Exhibitions International”, opere dei depositi dell’archeologico porteranno il nome del museo a Kansas City, Phoenix e Tampa. Il tour, nato sulla scia della mostra itinerante che portato negli Stati Uniti un progetto pilota dedicato a Pompei, si concluderà nel maggio del 2018.

Nel percorso americano, a conferire particolare valore alla nuova mostra sarà la presenza di un nucleo di affreschi e sculture della prestigiosa domus conosciuta come la Casa del Citarista, mai esposti prima in suolo americano. Sarà inoltre fruibile dai visitatori anche un complesso di supporti multimediali che, affiancati ai reperti, diventeranno il veicolo per trasmettere in modo concreto l’improvvisa interruzione della vita degli abitanti di Pompei nel suo svolgersi quotidiano.

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, uno dei primi costituiti in Europa in un monumentale palazzo seicentesco tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento, può vantare il più ricco e pregevole patrimonio di opere d’arte e manufatti di interesse archeologico in Italia. In esso sono esposti oltre tremila oggetti di valore esemplare in varie sezioni tematiche e conservati centinaia di migliaia di reperti databili dall’età preistorica alla tarda antichità. L’Archeologico è inoltre custode di gran parte dei tesori emersi dalla città sepolta sotto le ceneri del vulcano. Eppure, dei milioni di turisti che annualmente si recano agli Scavi di Pompei, solo una piccola parte prosegue la visita al Mann. Per tale motivo, il museo partenopeo sta adottando strategie per valorizzare il suo ricco patrimonio e diffonderne la conoscenza allo scopo di attirare nuovi visitatori.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS