ARRIVANO I VACCINI “ESPRESSI”: PRONTI IN 7 GIORNI permettono di avviare in tempi brevissimi la produzione su larga scala per contenere la diffusione delle epidemie

418
vaccino

Hanno funzionato alla perfezione i primi vaccini “espressi” usati sugli animali. Preparati in una sola settimana, permettono di avviare in tempi brevissimi la produzione su larga scala per contenere la diffusione delle epidemie. Lo hanno annunciato i bioingegneri del Massachusetts Institute of Technology (Mit) sulla rivista dell’Accademia americana delle scienze, specificando che le prime tre versioni sono contro Ebola, influenza suina e Toxoplasma gondii, un batterio parente stretto del parassita della malaria. I nuovi vaccini hanno dimostrato sui topi una efficacia del 100%. “Solitamente i vaccini diventano disponibili molto tempo dopo la fine dell’emergenza: con questo nuovo sistema – spiegano i ricercatori – potremmo diventare operativi già nel corso dell’epidemia”.

Il vaccino ‘espresso’ è così rapido da preparare perché contiene filamenti di Rna messaggero, una molecola polimerica implicata in vari ruoli biologici di codifica, decodifica, regolazione e l’espressione dei geni insieme al Dna. L’acido ribonucleico contiene le istruzioni per produrre le proteine tipiche del microrganismo da combattere. Grazie alla tecnica studiata al Mit, gli Rna vengono ingabbiati dentro a nanoparticelle sferiche prodotte ripiegando grosse molecole ramificate (chiamate dendrimeri) che riescono a penetrare nelle cellule mimando la strategia usata dai virus. Una volta entrati nella cellula ospite, gli Rna messaggeri vengono tradotti in grandi quantità di proteine – poi rilasciate – innescando una risposta del sistema immunitario completa.

I vaccini tradizionali hanno un processo molto più lento perché forniscono delle proteine già prodotte dal microrganismo. Gli esperti del Mit stanno continuando le loro ricerche per sviluppare altri vaccini espressi contro Zika e la malattia di Lyme. Tra i principali obiettivi, c’è anche quello di sfruttare la stessa tecnologia per produrre una nuova generazione di vaccini contro i tumori.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS