LA SCULTURA BUDDISTA GIAPPONESE IN MOSTRA: 21 OPERE MAI ESPOSTE IN ITALIA Si tratta di antichissime statue lignee da sempre considerate difficilmente trasportabili

625
scultura

Ventuno capolavori della scultura buddista giapponese, dal periodo Asuka (VII-VIII secolo) a quello di Kamakura (1185-1333), arriveranno per la prima volta in Italia e saranno esposti in una grande mostra allestita dal 29 luglio al 4 settembre alle Scuderie del Quirinale, Roma. Si tratta di antichissime statue lignee da sempre considerate difficilmente trasportabili e, anche nella terra del Sol Levante, non facilmente accessibili, in quanto esposte nella semioscurità di templi e santuari o protette nelle collezioni dei maggiori musei nazionali.

La mostra, intitolata “Capolavori della scultura buddhista giapponese”, permetterà al pubblico italiano di ammirare 34 pezzi unici, che svelano una tecnica talmente suprema da consentire agli scultori nipponici il raggiungimento di quella espressività che è senza confronto con qualunque altra stagione dell’arte universale. La scultura buddista fu introdotta in Giappone dalla Cina  tra il VI e il VII secolo. E’ solo a partire dal X secolo, però, che conobbe uno sviluppo sempre più originale rispetto ai modelli continentali, nei temi e nelle forme, trovando il suo culmine nell’arte del tardo periodo Heian (794-1185). Con la vittoria del potere militare sulla corte, che caratterizzò l’epoca Kamakura (1185-1333), si affermò in seguito una scultura realistica e vigorosa, del tutto rispondente agli ideali dei samurai, nonchè alla filosofia legata al buddismo zen.

La mostra si inserisce nelle celebrazioni del 150° anniversario del primo Trattato di Amicizia e Commercio firmato il 25 agosto 1866 tra Italia e Giappone, che diede inizio ai rapporti diplomatici tra le due nazioni. Organizzata dal Bunkacho (Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone) in collaborazione con l’Azienda Speciale Palaexpo e con il supporto di MondoMostre, la mostra è stata curata da Takeo Oku, tra i massimi esperti dell’Agenzia nipponica.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS