DIREZIONE PD, RENZI: “SE AL REFERENDUM VINCE IL ‘NO’ IL PARLAMENTO NE PRENDA ATTO” Il premier: "Tutti partiti litigano ma in pubblico appaiono come una falange. Noi spesso valorizziamo ciò che ci divide"

562
renzi direzione

Il referendum è cruciale “non per i destini di qualcuno ma per il futuro della credibilità della classe politica italiana”. Lo ha detto Matteo Renzi durante la direzione del Pd. “C’è qualcuno tra voi – ha incalzato il premier – che pensa sinceramente che, dopo che la legislatura è nata e ha fatto ciò che ha fatto, in caso di ‘no’ al referendum, il presidente del Consiglio, e io penso anche il Parlamento, non ne possa prendere atto?”.

Renzi ha detto di avvertire “la responsabilità di questo passaggio molto importante per il nostro partito e per la nostra comunità. Vorrei offrire un’occasione di dialogo molto sincera, profonda e franca. La direzione si svolge dopo le amministrative che non sono andate bene, ma anche dopo Brexit, dopo la più grande strage di civili italiani all’estero, dopo un G7 chiave per la comunità internazionale e dopo la mobilitazione, ognuno avrà le sue opinioni, sulle tasse, tutto mentre si raccolgono le firme sul referendum costituzionale”.

Il presidente del Consiglio si è detto pronto “ad ascoltare, ma anche a difendere la dignità di questa comunità, l’unica in cui si discute in modo franco e per questo viene rappresentata in modo macchiettistico. Litigano tutti i partiti e quelli che lo sono in modo meno tradizionale lo fanno ancora di più, ma al chiuso delle stanze. Il punto è che loro fingono di essere una falange e appaiono come tali, mentre noi valorizziamo troppo spesso ciò che ci divide”.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS