ISRAELE, NETANYAHU ANNUNCIA NUOVI ISEDIAMENTI A GERUSALEMME EST Secondo il quotidiano Haaretz si tratterebbe di una risposta ia recenti attacchi terroristici palestinesi

563
Netanyahu

Il governo israeliano pubblicherà i bandi per la futura costruzione di 800 case per ebrei a Gerusalemme Est e nell’isediamento di Maleh Adumim. E’ quanto riferito dfal quotidiano Haaretz secondo cui la decisione è stata apooggiata dal premier Benjanim Netanyahu, con il ministro della difesa Avigdor Lieberman, come risposta ai recenti attacchi terroristici palestinesi. Giovedì un’adolescente di 13 anni, Halel Yafa Ariel, è stata uccisa a casa sua nell’insediamento di Kiryat Arba, a Hebron, da un palestinese appena 17enne, poi ucciso dagli spari di una guardia di sicurezza della colonia. Il giorno seguente, un rabbino e padre di 10 figli e’ morto in uno scontro a fuoco sulla strada 60, che attraversa la Cisgiordania da nord a sud.

Secondo quanto scritto dal quotidiano, nel corso di una riunione di gabinetto Netanyahu ha comunicato che l’insediamento di Maale Adumim verrà ampliato con 560 case, mentre nelle colonie di Ramot, Homa e Gilo – in prossimità di Gerusalemme – verranno costruiti altri 240 immobili.

L’ampliamento degli insediamenti cerca anche di “compensare” l’approvazione della costruzione di 600 nuove abitazioni per il quartiere palestinese di Beit Safafa, a Gerusalemme, e il congelamento della crescita per un insediamento ebraico vicino, quello di Givat Hamatos, almeno secondo fonti israeliane citate dal quotidiano.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS