RAPINA UNA DONNA PUNTANDOLE UN COLTELLO ALLA GOLA, POI LA VIOLENZA SESSUALE E' accaduto a Foggia, a pochi passi dal centro della città. Arrestato il colpevole, Serraji Jalal

733
rapina

Sono bastate le segnalazioni di alcuni passanti per arrestare, con l’accusa di rapina e violenza sessuale ai danni di una donna, Serraji Jalal, un trentenne di nazionalità marocchina. L’operazione, coordinata dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Foggia, è scattata subito dopo il ritrovamento, in via Galliani, a pochi passi dal centro cittadino, della vittima, una donna di origini napoletane, in evidente stato di shock che chiedeva aiuto.

Secondo il racconto, la ragazza stava rincasando dopo una serata trascorsa con un amico, quando sarebbe stata avvicinata e bloccata con un coltello puntato alla gola impugnato un soggetto di nazionalità straniera. Dopo averle strappato la borsa e rubato i soldi (poche decine di euro) e un pacchetto di sigarette, l’ha costretta ad avere un rapporto sessuale, per poi guadagnare la fuga. A soccorrere la donna, alcuni automobilisti transitati in zona, che hanno allertato immediatamente i carabinieri.

Il racconto della vittima e alcune indicazioni sull’abbigliamento del soggetto, hanno agevolato le ricerche dei militari che poco dopo, sempre nei pressi di via Galliani, hanno individuato e bloccato, dopo un breve inseguimento Serraji Jalal, che aveva con sé il denaro sottratto alla giovane. Già noto alle forze dell’ordine, con numerosi precedenti per furto, e sottoposto all’obbiligo di dimora nel Comune di Foggia con prescrizione di non allontanarsi nelle ore notturne, Serraji è stato arrestato e condotto presso il carcere di Foggia.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS