EGYPT AIR: RECUPERATI RESTI DEI CADAVERI IN MARE La nave di ricerca John Lethbridge in rotta verso Alessandria d'Egitto

785
EgyptAir, resti dei cadaveri

Le navi impegnate nelle operazioni di ricerca nell’area del Mediterraneo, a meno di 300 km dalla terra ferma egiziana, in cui è precipitato l’aereo dell’EgyptAir, il 19 maggio scorso, avrebbero recuperato i resti delle vittime del tragico volo MS804 dell’Airbus A320 tra Parigi e il Cairo, con 66 passeggeri a bordo.

Lo ha riferito l’emittente britannica BBC, citando le fonti di autorità investigative. La nave di ricerca John Lethbridge starebbe ora dirigendosi verso Alessandria d’Egitto, per poi tornare nella zona dello schianto, per recuperare eventuali altri resti dei cadaveri, secondo quanto ha riferito un comunicato del comitato investigativo.

Secondo indiscrezioni sulle informazioni contenute nelle due scatole nere del velivolo, si sarebbe verificata un’esplosione a bordo, compatibile con l’ipotesi di un ordigno.

Due anni fa, sulla carlinga dello stesso aereo, alcuni vandali – poi identificati come tre dipendenti dell’aeroporto de Il Cairo, secondo quanto dichiarato dal quotidiano stattunitense “The New York Times” – avevano scritto: “Lo faremo cadere”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS