SCHÄUBLE: “I PROBLEMI LI RISOLVANO I GOVERNI, ANCHE SENZA LA UE” Il Ministro delle Finanze tedesco commenta il dopo Brexit: "Non è il momento giusto per le grandi visioni"

571
Schäuble

“La situazione è così seria che dobbiamo smettere di fare i soliti giochetti europei e di Bruxelles”. Così il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schäuble, intervistato dal Corriere della Sera, commenta il dopo Brexit e critica la Commissione Ue: “Se questa non collabora – avverte il politico tedesco – allora risolveremo i problemi tra i governi. Non è il momento giusto per le grandi visioni”, ha spiegato. Secondo il 74enne ministro delle finanze tedesco, piuttosto che mettersi a dibattere su trattati o riforme istituzionali, occorre ottenere progressi su crisi dei rifugiati, disoccupazione giovanile e altri problemi concreti che affliggono l’intera Europa. “Adesso è il tempo del pragmatismo – ha aggiunto il ministro  – se non tutti i 27 Paesi membri della Ue vogliono mettersi insieme dall’inizio, allora inizieremo con pochi”.

“L’Unione Europea si trova ad affrontare un test cruciale, forse il più grande della sua storia” ha aggiunto il ministro tedesco al giornale Welt am Sonntag. “In linea di principio, sono favorevole a una maggiore integrazione in Europa. Ma questo non è il momento. Di fronte alla demagogia e all’euroscetticismo sempre più diffuso, l’Europa semplicemente non può continuare come prima”. Secondo Schäuble, per fermare “il flusso organizzato dalle bande criminali”, il modello da seguire è quello turco: “chi viene salvato davanti all’Italia deve essere rimandato in Africa”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS