BEETHOVEN ARRIVA AL CENTRALE DEL TENNIS: L’ACCADEMIA NAZIONALE DI SANTA CECILIA SI ESIBISCE AL FORO ITALICO il Campo Centrale del Foro Italico ospiterà l’esecuzione integrale della Nona Sinfonia di Ludwig Van Beethoven

442
BEETHOVEN
Lo stadio Centrale del Tennis del Foro Italico si trasforma in un palcoscenico molto speciale per un evento altrettanto unico. Una cornice inusuale, un luogo che di solito ospita i campioni dello sport, ma che per una volta – la prima in assoluto – vedrà esibirsi i “campioni” della musica dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, capitanati dal maestro Antonio Pappano, affiancato da Rachel Willis-Sørensen (soprano), Adriana Di Paola (contralto), Brenden Gunnell (tenore) e Thomas Tatzl (basso).
Il 5 luglio, infatti, i complessi ceciliani eseguiranno il capolavoro di Ludwig van Beethoven: la Sinfonia n. 9 per soli, coro e orchestra. Un’opera che ha sempre suscitato nel pubblico un’accoglienza rinnovata e perpetua nel tempo, con il suo messaggio di fratellanza e di gioia. La Nona Sinfonia, infatti, oltre a rappresentare il capolavoro di Beethoven, è una delle opere più note di tutta la musica classica. Detta “Corale” e completata nel 1824, quando ormai il compositore era completamente sordo, nell’ultimo movimento include una parte dell’ode “An Die Freude” (Inno alla Gioia) di Friedrich von Schiller, cantata da solisti e coro.

 

Animata da un ideale di pace e fratellanza universale, questa sinfonia celebra anche la libertà dell’uomo. Infatti, va precisato che in tedesco il termine “freude” (gioia) è simile a “freiheit” (libertà) e che, negli anni successivi alla rivoluzione francese, quest’ultima parola era proibita nella maggior parte dei teatri europei.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS