LORETO OSPITA “LA MADDALENA, TRA PECCATO E PENITENZA”, UNA MOSTRA DEDICATA A MARIA DI MAGDALA L'iconografia della Maddalena nel corso dei secoli vede la santa prostrata ai piedi del Signore per ungergli i piedi con essenze preziose

714
maddalena

Nell’anno giubiare, la celebrazione della Maddalena verrà elevata al grado di festa, lo aveva annunciato Papa Francesco esortando a una una riflessione profonda sul ruolo di Maria di Magdala, prima testimone del Risorto e figura femminile di primo piano nel Vangelo.

Proprio alla Maddalena è dedicata una delle quattro grandi mostre organizzate nella regione Marche per il Giubileo: dal 3 settembre all’8 gennaio 2017, infatti, il Museo-Antico Tesoro della Santa Casa di Loreto ospita “La Maddalena, tra peccato e penitenza”, una rassegna con 50 importanti opere, curata da Vittorio Sgarbi e promossa dalla Regione in collaborazione con il Mibact e la Cei.

L’iconografia della Maddalena nel corso dei secoli vede la santa prostrata ai piedi del Signore per ungergli i piedi con essenze preziose, oppure piangente abbracciata al legno della croce, o sorridente mentre porta l’annuncio della Resurrezione agli apostoli. La Maddalena è senza dubbio un esempio paradigmatico di conversione e, come tale, ha suscitato l’interessedei più grandi artisti, dal Medioevo al Neoclassicismo.

Per la mostra sono stati selezionati alcuni di questi capolavori, a partire dalla “Maddalena della tavola” di Carlo Crivelli di Montefiore dell’Aso, una bellissima ragazza dallo sguardo tentatore, mentre la fenice ricamata sulla manica del suo abito elegante evoca il percorso di conversione alla fede. Ma è nell’età della controriforma che la santa ha grandissima fortuna nell’iconografia sacra, testimoniata dalla tela di Orazio Gentileschi della Chiesa della Maddalena di Fabriano. Anche Antonio Canova, generalmente poco attento alle tematiche religiose, si è misurato con la figura della Maddalena mostrandola nel momento in cui si ravvede.

Vittorio Sgarbi ha scritto per l’occasione un nuovo libro, “Diario di un amore. Il vangelo secondo Maddalena” dedicato a una santa che a suo avviso è il ”femminile” di San Pietro.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS