A SETTEMBRE LA NUOVA EDIZIONE DI TORINODANZA, IL FESTIVAL DELL’ARTE E DEL BALLETTO In tutto 15 spettacoli, 27 rappresentazioni, 10 prime nazionali, 5 coproduzioni, 14 compagnie da 7 nazioni

490
torindanza

Dal 6 settembre Torino diventerà un unico grande palcoscenico della danza, offrendo occasioni importanti al pubblico per accostarsi a proposte artistiche originali: guarda, infatti, ai più innovativi gruppi di danza nel mondo e collabora con le grandi istituzioni come la Biennale de la Danse di Lione, il 29/o Festival Torinodanza. In programma dal 6 settembre al 3 novembre, è in concomitanza con MiTo Settembre Musica, con cui collabora. In tutto 15 spettacoli, 27 rappresentazioni, 10 prime nazionali, 5 coproduzioni, 14 compagnie da 7 nazioni.

L’inaugurazione del festival è programmata al Teatro Regio, con uno dei più grandi coreografi contemporanei, Ohad Naharin, che presenterà lo spettacolo “Tre”, creato per la compagnia israeliana Batsheva Dance Company: opera in 3 pezzi, caratterizzata dai principi della tecnica “Gaga” che si basa sulla comprensione del corpo e dei suoi limiti, liberando agilità e personalità. Lo spettacolo è presentato in collaborazione con l’Ambasciata di Israele in Italia.

Con la Biennale di Lione sarà organizzato il “Defilé”, al quale già si lavora da mesi e che il 18 settembre porterà a Lione 5 mila interpreti tra danzatori, giocolieri e artisti. A Torino, invece la parata si terrà il 24 settembre e vedrà la partecipazione di 150 danzatori e 50 musicisti dell’Unione Musicali, molti dei quali hanno già partecipato alla festa di Lione. Punto di partenza sono stati i classici delle canzoni e delle musiche di Napoli, riviste con gli arrangiamenti del maestro Gianluca Calonghi, con il quale Torinodanza ha già lavorato per Expo 2015 e per il Défilé di Luci d’Artista.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS