PARIGI, AGGREDITO NELLE BANLIEUE IL DIRETTORE DI UNA MENSA PER POVERI Secondo quanto è stato riferito dagli inquirenti, l'uomo già in passato era stato oggetto di minacce: una volta gli era stata recapitata per posta una piccola bara

527
banlieue

“Un atto inqualificabile”, così il ministro dell’interno Bernard Cazaneuve ha definito l’aggressione, avvenuta nelle banlieue di Parigi, del direttore dell’associazione per la distribuzione di cibo ai poveri “Restos du coeur”. La vittima, Richard Sautorour di 60 anni, sarebbe grave, è stato ricoverato in ospedale per ricevere le cure del caso.

E’ stata la stessa vittima a chiamare i soccorsi, dopo aver subito l’aggressione. I fatti si sono svolti nel centro dell’associazione umanitaria, in Seine-Saint-Denise, alle porte di Parigi. Una coppia, un uomo e una donna si sono presentati allo sportello d’accoglienza del centro. L’uomo, descritto come di “tipo africano”, secondo quanto riferito dalla procura di Bobigny, ha cercato subito di colpire il responsabile con un’accetta.

Il direttore è riuscito a schivare i colpi, ma successivamente è stato colpito – probabilmente con un pugnale – all’addome. A sferrare il colpo la donna, “velata, ma con il volto scoperto”. Secondo la testimoniazna della vittima, la coppia prima di fuggire avrebbe gridato “Alla Akbar, cane infedele”.

La Restos du coeur, in italiano i ristoranti del cuore, è una rete di associazioni francesi nate da un’iniziativa dell’attore comico Coluche e si occupad ella distribuzione di pasti a persone bisognose e in difficoltà. Secondo quanto è stato riferito dagli inquirenti, l’uomo già in passato era stato oggetto di minacce: una volta gli era stata recapitata per posta una piccola bara.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS