LA SOSTENIBILITA’ AL CENTRO DELLA “EUROPEAN MOBILITY WEEK 2016” L'appuntamento si svolgerà dal 16 al 22 settembre. Tante le iniziative che potranno essere intraprese nelle città

584
auto sostenibili

Il tema della mobilità sostenibile è sempre più sentito in tutta Europa, tanto da ispirare un vero e proprio appuntamento annuale che prende il nome di “European Mobility Week“. Il tema scelto per la settimana della mobilità europea del 2016, che si terrà tra il 16 e il 22 settembre è appunto: “La mobilità intelligente e sostenibile – un investimento per l’Europa”. Le città che decideranno di partecipare all’evento potranno scambiarsi idee e suggerimenti volti alla tutela dell’ambiente, attraverso una riduzione significativa dell’inquinamento legato alla circolazione in strada dei veicoli.

Tante sono le iniziative che potranno essere intraprese da ogni città a favore della mobilità sostenibile, a cominciare dagli incentivi economici da destinare a chi sceglie di muoversi con mezzi alternativi e meno inquinanti. Che si tratti di automobili elettriche o di veicoli con motore ibrido, i risultati dal punto di vista di una maggiore sostenibilità ambientale sono ormai evidenti per tutti. Liberarsi della propria vecchia automobile tradizionale a favore di un modello più nuovo e meno inquinante potrebbe rivelarsi la scelta giusta non solo in termini di responsabilità ambientale, ma anche di guadagno economico. Si stima, infatti, una consistente crescita del valore delle auto usate, in parallelo alla diffusione di nuovi modelli di veicoli a emissioni zero.

Le principali case automobilistiche presenti sul mercato internazionale stanno facendo grandi passi in avanti nella progettazione di prototipi di automobili ibride ed elettriche in grado di garantire le prestazioni dei motori tradizionali, insieme ad una riduzione considerevole di emissioni inquinanti e consumi. Novità interessanti giungono anche dal mondo delle due ruote: Energica ad esempio, che da anni è attiva sul circuito delle corse, ha deciso di lanciare sul mercato due diversi modelli di moto elettrica, dimostrando come le prestazioni di un veicolo elettrico siano in grado di soddisfare pienamente anche gli appassionati di moto veloci e scattanti. Si tratta della supersportiva Ego, dalle linee avveniristiche e aggressive, e della streetfighter Eva, dal design più semplice e compatto, pensata soprattutto per muoversi in piena libertà all’interno del traffico cittadino.

Il tema della sostenibilità ambientale stimola ogni giorno la nascita di nuove startup, che propongono un approccio giovane ed innovativo al problema della riduzione delle emissioni inquinanti. Un esempio di realtà aziendale, tanto nuova quanto orientata verso il futuro, è rappresentata da France Craft, nata in una piccola cittadina francese per proporre la prima automobile elettrica componibile a prezzi a dir poco competitivi: il nome del veicolo è Pixel ed i 580 pezzi che la compongono possono essere assemblati dal suo futuro proprietario tranquillamente in garage, come se si trattasse di un tavolo o di una libreria. I vantaggi in questo caso riguardano non solo il prezzo contenuto, ma anche la possibilità di personalizzare la carrozzeria o gli accessori interni in base al proprio gusto estetico o alle personali esigenze. Ad accontentare gli scettici circa la reale autonomia di guida di un’auto elettrica giunge anche una nuova batteria litio-zolfo, progettata dai ricercatori di Lissen per assicurare una maggiore densità energetica e tempi più lunghi di percorrenza su strada.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS