BORIS JOHNSON: “NON MI CANDIDO ALLA GUIDA DEI TORY” L'ex sindaco di Londra ha parlato per una ventina di minuti delineando quello che secondo lui "dovrebbe essere il programma del nuovo leader"

623
johnson

“Non mi candido alla guida dei Tory”. E’ l’annuncio a sorpresa fatto dall’ex sindaco di Londra, Boris Johnson, che ha deciso di non entrare in lizza per la successione di David Cameron alla testa del partito dei conservatori. “Dopo essermi consultato con i miei colleghi e considerate le circostanze in Parlamento sono arrivato alla conclusione che il nuovo leader non posso essere io”, ha aggiunto Johnson prima di lasciare la sala della conferenza stampa senza dare ulteriori spiegazioni.

Dopo aver annunciato che non si candiderà a leader dei conservatori, Boris Johnson ha lasciato la sala della conferenza stampa, rifiutandosi di rispondere alle domande dei tanti giornalisti presenti. L’ex sindaco di Londra ha parlato per una ventina di minuti delineando quello che secondo lui “dovrebbe essere il programma del nuovo leader”.

E mentre Boris Johnson decide di non partecipare alla corsa per succedere a Cameron, è il ministro della Giustizia britannico, Michael Gove a entrare nella rosa dei candidati e anche Theresa May che al momento sembra essere la favorita prendere il posto dell’attuale premier britannico. Entrambi hanno annunciato il loro impegno ad attuare la Brexit e a non rovesciare l’esito del referendum con cui si è sancita l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS