LA CAPITALE SI VESTE A FESTA: GLI EVENTI DA NON PERDERE A SAN PIETRO E PAOLO Fuochi d'artificio, bancarelle e fiori. Romani e turisti pronti a immergersi nella tradizione delle celebrazioni patronali

627
infiorata

Dalla “girandola” all’infiorata, passando per le bancarelle di parco Schuster. Per il 29 giugno, nel quale ricorre la celebrazione dei Ss Pietro e Paolo, Roma si veste a festa. A cominciare dalla “girandola”, la spettacolare manifestazione pirotecnica che per 16 minuti illumina i cieli della Capitale. Quest’anno cambia la location: non più Castel Sant’Angelo ma piazza del Popolo. Qui, a partire dalle 21.30, razzi, botti e fuochi d’artificio stupiranno residenti, turisti e curiosi. Il consiglio è quello di arrivare con un certo anticipo per evitare che la calca e il traffico nelle zone attigue possano rovinare festa e serata.

Altro appuntamento con la tradizione è l’infiorata di piazza Pio XII (a due passi da San Pietro). Meravigliose opere floreali vengono realizzate e stese in terra, in ricordo dei quadri floreali con un quali un tempo venivano omaggiati i due patroni dell’Urbe. Si narra che la tradizione di realizzare quadri con i fiori fosse nata nella Basilica Vaticana a opera dell’architetto e fiorista Benedetto Drei e poi diffusa fino ai Castelli Romani grazie a Gianlorenzo Bernini, famoso artefice di feste barocche.

Infine non dimenticata, la sera, una puntata nel quartiere san Paolo dove vengono allestite le consuete bancarelle. Un’occasione per fare shopping low cost (quasi sempre) o per degustare i dolciumi tipici delle feste popolari (fruste e rondelle di liquirizia, croccanti, arachidi glassate e chi più ne ha più ne metta). Negli ultimi anni questa festa ha perso appeal ma è comunque un appuntamento immancabile per chi vuole vivere da romano almeno un giorno.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS