COLORADO, TRENO INVESTE FURGONE: 5 MORTI, TRA CUI 3 BIMBI La famiglia Miller stava ritornando da Trinidad quando non ha dato la precedenza su un passaggio a livello

456
treno

Cinque familiari, tra cui tre bambini, sono morti domenica mattina quando un treno dell’Amtrak ha travolto un furgone. La famiglia stava ritornando dalla messa nella vicina Trinidad, in Colorado, Stato centrale degli Stati Uniti. Secondo una prima ricostruzione fatta dalla polizia locale, il van, nell’attraversare i binari della Las Animas County Road 32, non avrebbe dato la precedenza al treno che proveniva dalla vicina stazione di Trinidad, 9 miglia più a nord. Un’altra persona che era a bordo del furgone, una bambina, è rimasta gravemente ferita ed è stata trasportata d’urgenza nel vicino ospedale pediatrico. Le sue condizioni sono critiche, dicono i sanitari.

Nessun ferito invece sul treno. Un portavoce dell’azienda ferroviaria Amtrack ha dichiarato che nel mezzo su rotaia viaggiavano, al momento dello schianto, 286 persone. Il treno proveniva da Chicago e si dirigeva a Los Angeles. La parte anteriore della locomotiva ha impattato con la fiancata destra del Chrysler “Town & Country” del 2005, spingendo l’auto lungo i binari per decine di metri fino a quando il mezzo locomotore non è riuscito a fermarsi. La linea è rimasta bloccata per ore; la circolazione ferroviaria è poi ripresa regolarmente a partire dalle 17:25 di ieri pomeriggio.

I genitori si chiamavano Christina and Steve Miller. I loro 3 bambini, Abigail, Kathryn and Ellianna, non hanno resistito al colpo morendo all’istante. L’unica sopravvissuta è la piccola Heidi Miller, di soli 4 anni. Secondo la polizia, le cause dell’incidente non sarebbero da ricercare nell’abuso di alcool o droghe da parte del guidatore ma, probabilmente, a causa di una piccola quanto tragica distrazione di papà Miller che, al volante del mezzo, non si è accorto del sopraggiungere del treno.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS