INIZIATIVA “BE GOD’S MERCY”, BERGOGLIO: “TUTTI REALIZZINO UN’OPERA DI MISERICORDIA” L'iniziativa, una campagna internazionale di raccolta fondi, durerà dal 17 giugno fino al 4 ottobre

657
bergoglio

“Voglio esortare tutti gli uomini e le donne di buona volontà in tutto il mondo, a realizzare in ogni città, in ogni diocesi, in ogni associazione, un’opera di misericordia”. Lo dice papa Francesco nel videomessaggio, presentato oggi, per l’iniziativa “Be God’s Mercy” promossa da Aiuto alla Chiesa che Soffre, campagna internazionale di raccolta fondi – che durerà dal 17 giugno al 4 ottobre – per la realizzazione di numerose opere di misericordia in tutto il mondo. Un’iniziativa che il Papa ha voluto promuovere, accompagnandola con un suo messaggio video, in cui inviata “a realizzare assieme ad Acs in ogni luogo del mondo, opere di misericordia durature, che incontrino le tante necessità di oggi”.

“Noi uomini e donne abbiamo bisogno della Misericordia di Dio – dice il Papa nel videomessaggio, proiettato durante una conferenza stampa -, ma abbiamo anche bisogno della nostra misericordia; abbiamo bisogno di tenderci la mano, di accarezzarci, di prenderci cura l’uno dell’altro e di non fare così tante guerre”. Francesco spiega di avere davanti a sé “il dossier preparato da Aiuto alla Chiesa che Soffre, che è un’Opera Pontificia, per realizzare opere di misericordia in tutto il mondo”.

“Affido ad Aiuto alla Chiesa che Soffre questo compito – aggiunge – e confido che lo porterà avanti nello spirito ereditato da padre Werenfried van Straaten, che a suo tempo ebbe la visione di realizzare nel mondo questi gesti di vicinanza, di prossimità, di bontà, di amore e di misericordia”. E per questo, dice ancora, “invito tutti voi a realizzare in tutto il mondo, insieme ad Aiuto alla Chiesa che Soffre, opere di misericordia che siano durature, una struttura per le innumerevoli necessità che ci sono oggi nel mondo”. “Vi ringrazio per tutto quello che fate – conclude Francesco -. E non abbiate paura della misericordia: la misericordia è la carezza di Dio”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS