DIPLOMATICI AMERICANI CHIEDONO A OBAMA RAID CONTRO ASSAD Proteste per la gestione della dell'intervento in Siria. L'attuale approccio, dicono, sfavorisce l'opposizione

531
raid anti isis

Diversi diplomatici e funzionari del dipartimento di Stato americano hanno firmato un documento interno per protestare contro la politica Usa in Siria e hanno chiesto che vengano lanciati raid militari contro obiettivi legati al governo del presidente siriano Bashar al-Assad, perché l’attuale approccio va a svantaggio dell’opposizione siriana e contribuisce a mantenere in piedi il regime di Damasco. E’ quanto si legge sulla Bbc.

Il documento è stato firmato da 51 funzionari di medio e alto livello che si occupano della questione siriana nel Dipartimento Usa. Non è raro che vengano redatti “cablogrammi dissidenti” per uso interno. E’ raro, però, che ci sia un numero così alto di diplomatici che si oppongono alla posizione della Casa Bianca.

Una fonte vicina al dossier ha dichiarato a Bbc che la nota è stata inviata “perché lo status quo non è sostenibile”. Nel documento si chiede un’azione militare credibile contro Assad altrimenti Damasco non avrà nessuna pressione per negoziare con i ribelli. Il testo riflette i timori che il collasso del processo di pace congiunto Usa-Russia vada a vantaggio del regime.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS