PROVINCIA DI PALERMO INVASA DALLE FIAMME: EVACUATI HOTEL E ASILI Ricoverati 30 bambini di una scuola di Monreale. Chiusi ampi tratti dell'autostrada per Messina. Il sindaco di Cefalù: "Situazione drammatica"

529
incendio palermo

Diversi incendi, alimentati dallo scirocco, stanno devastando ampi tratti della provincia di Palermo e mettendo in difficoltà la popolazione. A Monreale l’asilo “Il Girasole” è stato evacuato per precauzione a causa delle esalazioni. Alcuni bambini sono stati trasportati all’ospedale “Ingrassia” per precauzione ma stanno bene. “Hanno inalato il fumo – ha spiegato il sindaco Piero Capizzi – ma nessuno è rimasto intossicato”. Adesso, ha aggiunto, “la situazione è sotto controllo e tutti i roghi nel territorio sono stati spenti. Certo stamane abbiamo vissuto momenti di paura. E dopo avere evacuato la scuola con un pullman abbiamo fatto visitare i bambini che hanno dai 4 ai 5 anni dai medici: sono stati accompagnati nei reparti del nosocomio dalle loro maestre”.

Pochi chilometri più a est il primo cittadino di Cefalù, Rosario Lapunzina, ha parlato di una “situazione drammatica”. La chiusura dell’autostrada Palermo-Messina, tra gli svincoli di Buonfornello e Castelbuono, ha lasciato in pratica isolata la cittadina turistica, raggiungibile solo dalla Statale 113, dove si cammina a passo d’uomo. “Le fiamme – ha raccontato il sindaco – si sono dapprima sviluppate nella zona di Lascari e da lì, alimentate dal forte vento di scirocco, si sono via via estese fino alle spalle dell’Hotel Costa Verde (che è stato evacuato, ndr), e Mazzaforno, Capo Playa e rischiano adesso di raggiungere l’Hotel Santa Lucia, all’ingresso di Cefalù”.

A Poggio Maria i forestali e i pompieri insieme ai volontari della protezione civile hanno salvato una ragazza che era rimasta intrappolata nella propria villa avvolta dalle fiamme. Alcune abitazioni sono state danneggiate dal fuoco. Le squadre di soccorritori sono intervenute anche all’interno della galleria “Battaglia” dell’autostrada, per aiutare alcuni automobilisti che erano rimasti bloccati a causa del fumo che aveva invaso il tunnel. Una densa nube nera nella zona delle Madonie si nota anche a distanza di alcuni chilometri. Un altro incendio è divampato in via Regia Trazzera a Bagheria: alcune villette sono state evacuate.

Per cercare di spegnere il rogo vengono impiegati 83 vigili del fuoco, 18 mezzi antincendio e quattro Canadair la cui azione viene ostacolata dal forte vento di scirocco. I pompieri, i forestali e i volontari della protezione civile hanno lavorato anche nella notte per spegnere diversi incendi. Il rogo più vasto a Collesano sulle Madonie. A Gratteri stanno andando in fumo diversi ettari di bosco.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS