REGGIO EMILIA, AL VIA LA IX EDIZIONE DEL “PREMIO PER LA PACE GIUSEPPE DOSSETTI”

486
pace

E’ iniziata la IX edizione del “Premio per la pace Giuseppe Dossetti”, iniziativa promossa, a partire dal 2006, dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune di Cavriago, e dal Comune e Provincia di Reggio Emilia. Anche l’edizione di quest’anno è rivolta ad associazioni e singoli cittadini di tutta Italia, affiancata da un concorso destinato alle scuole superiori del territorio reggiano. Il concorso nazionale è stato illustrato a Bologna dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, dal presidente della Giuria del Premio, Pierluigi Castagnetti, dal sindaco di Cavriago, Paolo Burani, dal presidente della provincia di Reggio Emilia, Giammaria Manghi, e dall’assessore alla Cultura della legalità del Comune di Reggio Emilia, Natalia Maramotti.

La premiazione dell’edizione 2016, anno in cui cadono i vent’anni dalla scomparsa del monaco di Montesole, avvenuta il 15 dicembre 1996 , è fissata a Reggio Emilia per il prossimo 10 dicembre. Il premio prevede due sezioni: una rivolta alle Associazioni con sede sul territorio nazionale, l’altra rivolta ai singoli cittadini. I partecipanti devono aver compiuto “azioni di pace” coerentemente con i principi affermati da Giuseppe Dossetti nella sua vita, tra i quali: l’antifascismo, l’affermazione della democrazia, l’aspirazione universale alla pace e alla cooperazione fraterna fra gli individui e i popoli, il dialogo interreligioso e il rifiuto della guerra.

Potranno essere allegate pubblicazioni, video o altro materiale utile ad illustrare in modo dettagliato l’azione di pace che si intende presentare. Le candidature dovranno essere relative ad una sola azione di pace compiuta negli ultimi anni. Ogni azione, sia delle associazioni o organizzazioni non a scopo di lucro sia dei cittadini, dovranno essere presentate entro venerdì 16 settembre 2016 alla segreteria del Premio (c/o Centro studio e lavoro ‘La Cremeria’, via Guardanavona 9, 42025 Cavriago, info@csl-cremeria.it).

“Mai come oggi, anche alla luce di quello che è successo oltre oceano, c’è bisogno di far crescere la cultura della pace, della tolleranza e del rispetto della diversità delle idee, del pensiero e dell’esempio di Dossetti”, ha sottolineato il presidente Stefano Bonaccini. “L’impegno e la coerenza della Regione in questa direzione è testimoniato dall’approvazione di una legge sulla Memoria, finanziata con un milione di euro. A breve usciranno i primi bandi per sostenere le realtà impegnate nella difesa e promozione della cultura della memoria del ‘900. Questo ‘Premio per la pace Giuseppe Dossetti’ si inserisce con coerenza dentro questa nostra ampia strategia”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS