DAMASCO ACCUSA BERLINO E PARIGI: “VIOLANO LA NOSTRA SOVRANITA'” In comunicato il governo siriano si lamenta per il mancato coordinamento con il governo centrale delle truppe speciali tedesche e francesi impiegate nella lotta all'Isis

570
truppe speciali

Damasco ha denunciato la “flagrante violazione della sua sovranità e indipendenza” da parte della Francia e della Germania, che secondo recenti rapporti di stampa, partecipano con truppe speciali all’offensiva anti-Isis nel nord della Siria a fianco di forze curdo-siriane sostenute dagli Usa.

In un comunicato diffuso dall’agenzia Sana controllata da Damasco, si afferma che la presenza di truppe speciali francesi e tedesche nelle zone di Ayn Arab e Manbij è fatto nel quadro della “lotta al terrorismo” senza però coordinarsi col governo siriano. Il ministero degli esteri afferma inoltre che questi due Paesi sono tra quelli che hanno finanziato il “terrorismo”, espressione governativa per indicare anche le opposizioni armate.

Nei giorni scorsi Parigi aveva confermato la presenza di proprie truppe speciali in Siria nel quadro della lotta all’Isis, mentre da Berlino è oggi arrivata la smentita a quanto scritto da fonti di stampa russe e filo-governative siriane circa la presenza di truppe speciali tedesche nel nord della Siria.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS