STRAGE DI ORLANDO, OBAMA: “LA NOSTRA MISSIONE E’ DISTRUGGERE L’ISIS”

574
  • English
Obama

“Non vi sono indicazioni al momento che segnalano un complotto più vasto”. E’ quanto ha detto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, durante un discorso in diretta tv alla Nazione. Obama ancora una volta è tornato a parlare della tragedia di Orlando, dove un uomo ha aperto il fuoco, uccidendo 50 persone e ferendone altre 50, all’interno di un locale frequentato da omosessuali. E proprio rivolgendosi alla comunità Lgbt, Obama ha affermato “non siete soli”. “L’America ha i suoi alleati, i suoi amici, sono con voi – ha aggiunto Obama -. Io prego per voi”.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama è tornato a invocare regole che rendano “più difficile l’accesso alle armi” per chi vuole uccidere americani. “Non possiamo prevenire ogni tragedia, ma ci sono possibili regole di senso comune compatibili con il secondo emendamento”, ha detto, ed è tornato a sottolineare: “Se non si può salire su un aereo non si può acquistare un’arma”.

“La nostra missione è distruggere l’Isis”, ha inoltre ribadito Obama, che ha tenuto a sottolineare come il gruppo terroristico ora sia sotto “pressione più che mai”. “Non c’è nessuna confusione su chi siano i nostri nemici” e l’utilizzo dell’espressione ‘islam radicale’ “non costituisce una strategia”, ha affermato Obama, rispondendo in maniera dura a chi, come il candidato repubblicano Donald Trump, lo critica per non voler utilizzare il termine ‘Islam radicale’.

E proprio contro Trump – anche se non è stato mai menzionato il suo nome – Obama ha sferrato un duro attacco facendo riferimento alle parole del candidato repubblicano che proponeva di vietare ai musulmani l’ingresso negli Stati Uniti e, in un intervento particolarmente appassionato, difende la propria posizione e afferma che quella proposta tradisce i valori americani. “Qui non ci sono test religiosi, questa è l’America”, ha detto.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS