BARCONE DI MIGRANTI LANCIA SOS: AL VIA LE RICERCHE AL LARGO DI CRETA Nel frattempo, tre gambiani e un senegalese sono stati fermati dalla polizia di Ragusa perché ritenuti di essere gli scafisti dei 253 profughi sbarcati ieri a Pozzallo

520
MIGRANTI

Due navi della Guardia Costiera greca sono impegnate, in quella che sembra una corsa contro il tempo, nella ricerca di un barcone di migranti che nella tarda mattinata di oggi ha lanciato un Sos al largo delle coste dell’isole di Creta. La notizia è stata diffusa da Skynews, che citando alcune fonti non ufficiali, ha comunicato che a bordo del natante potrebbero trovarsi 200 migranti. La guardia costiera ellenica ha comunicato che nella zona sono già state inviate una petroliera battente bandiera greca e un cargo panamense che si trovavano nelle vicinanze. Al momento non sono disponibili ulteriori dettagli.

Nel frattempo, tre gambiani e un senegalese sono stati fermati dalla polizia di Ragusa perché ritenuti di essere gli scafisti dei 253 migranti sbarcati ieri a Pozzallo dalla nave della capitaneria di porto “Fiorillo”. I profughi – provenienti da Siria, Egitto, Somalia e Sudan – che sono stati tratti in salvo nel corso di due distinte operazioni, sono stati ospitati presso l’Hot Spot di Pozzallo per essere visitati, identificati e trasferiti in altri centri. I fermati, ora rinchiusi nel carcere di Ragusa, sono Lamin Manjang, di 18 anni, gambiano; Djigal Pape, senegalese, di 26; Baideli Momodou Lamin, gambiano, di 20, e Katim Manneh, gambiano, di 20. I quattro sono stati rinchiusi nel carcere di Ragusa.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS