TURCHIA, ATTACCO AD ISTANBUL: IL GRUPPO TAK RIVELA IL NOME DELL’ATTENTATRICE L’attentatrice si chiama Eylem Newroz, 32enne, originaria di Diyarbakir

491

I Falchi per la libertà del Kurdistan (Tak), gruppo curdo separatosi nel 2005 dal Pkk, ha rivelato l’identità dell’attentatrice suicida responsabile dell’attacco del 7 giugno scorso ad Istanbul, in cui sono morte 11 persone e ne sono rimaste ferite oltre 30. L’attentatrice si chiama Eylem Newroz, 32enne originaria di Diyarbakir, nel sud-est del Paese. “Ha trascorso gran parte della sua vita ad Antalya e si è unita al Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) nel 2005, prima di aderire al Tak nel 2011”, ha rivelato il gruppo in un comunicato.

L’attentato della Newroz era stato rivendicato dal Tak il 7 giugno scorso; nel messaggio online, si spiegava che era stato compiuto in memoria di Asya Glidag, militante curda morta nell’aprile scorso prima di compiere un attentato suicida a Bursa. Inoltre, aggiungeva il Tak, si minacciavano nuovi attacchi, sottolineando che “la Turchia non è più un luogo sicuro per i turisti stranieri”.

Le autorità turche erano riuscite ad avere la foto dell’autrice dell’attentato suicida attraverso le registrazioni delle telecamere a circuito chiuso presenti sul luogo dell’attentato. Dai fotogrammi si nota appunto Eylem Newroz parlare con un uomo, l’organizzatore dell’azione suicida, in un parcheggio poco distante dal luogo dell’attentato. L’uomo è stato riconosciuto: si tratterebbe di un membro del Movimento patriottico rivoluzionario giovanile (Ydg – H) già noto alle forze di sicurezza e rilasciato nel 2014 da un carcere della provincia sud orientale di Diyarbakir per reati legati al terrorismo.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS