UEFA: FUORI RUSSIA E INGHILTERRA SE PROSEGUONO LE VIOLENZE La decisione dell'organizzazione arriva dopo gli scontri di Marsiglia

657

“E’ inaccettabile e vergognosa la violenza intorno a delle partite di pallone da parte di una minoranza di idioti che non hanno niente a che vedere con il calcio. Eventi come l’Europeo di Francia sono seguiti da milioni di persone in tutto il mondo persone che hanno solo voglia di celebrare il calcio e godersi le partite, così come dovrebbe sempre essere”. Nel caso in cui dovessero proseguire le violenze perpetrate nei giorni scorsi dai supporters di Russia e Inghilterra, queste saranno “estromesse” dell’Europeo di calcio.

E’ l’avvertimento che ha lanciato l’Uefa, dopo aver aperto un’inchiesta sugli incidenti di Marsiglia. La Federazione si dice pronta persino all’esclusione delle due nazionali dall’europeo di calcio in corso in Francia. L’Uefa ha spiegato di aver già avvisato sia la federazione inglese sia quella russa sui rischi a cui vanno incontro nel caso dovessero esserci ancora episodi di violenza commessi dai loro tifosi. A tal scopo, il comitato esecutivo ha esplicitamente chiesto alla Football Association e alla Russian Football Union di insistere con gli appelli alla tifoserie affinchè si comportino in maniera rispettosa.

Tornando sugli episodi di violenza dei giorni scorsi, la Federazione ha espresso tutto il suo sdegno: “Sono comportamenti inaccettabili e disgustosi da parte di pseudo-tifosi che non dovrebbero trovare spazio nel mondo del calcio. Uno sport che dobbiamo proteggere e difendere”. L’Uefa ha voluto anche ringraziare le autorità francesi “per gli sforzi effettuati per mantenere la sicurezza in circostanze non certo facili”. Tuttavia, non sono bastate le disposizione del ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, che ha annunciato il divieto di vendita di alcol nelle “zone a rischio”, come le aree attorno agli stadi.

Infatti, ci sono stati degli scontri nel centro di Lille a due ore dall’inizio di Germania-Ucraina, match valido per il gruppo C di Euro 2016. La giornata era cominciata pacificamente, dove tifosi tedeschi e ucraini si aggiravano tranquillamente nelle strade della città. Gli incidenti sono scoppiati poco prima delle 18, all’improvviso, quando una trentina di hooligan tedeschi hanno attaccato degli ucraini sulla Grand-Place. La polizia è accorsa, i feriti sono stati medicati sul posto, un tedesco è stato posto in stato di fermo. Tutto il centro è ora blindato dagli agenti.

A nulla è servito l’arresto di 18 hooligans diretti a Lille per seguire la partita d’esordio della Germania contro l’Ucraina ad Euro 2016. La polizia tedesca ha riferito di aver fermato il gruppo nei pressi di Treviri ad ovest della Germania per impedirgli di lasciare il paese. I tifosi, provenienti con tre furgoni da Dresda, erano infatti conosciuti dalle autorità locali e segnalati come hooligans violenti. Durante la perquisizione nei veicoli i poliziotti hanno sequestrato dei passamontagna.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS