GIALLO AD APRILIA: PICCHIATA A MORTE ANZIANA DI 88 ANNI I Carabinieri vagliano tutte le ipotesi, dalla rapina finita in tragedia all'attacco deliberato

586
latitante

Feroce aggressione contro un’anziana ad Aprilia, in provincia di latina. Una donna di 88 anni, Rosa Grossi, è stata picchiata a morte nella sua abitazione da ignoti. Calci e pugni fino a spezzarle le ossa e a provocarle gravi emorragie. La donna, trovata agonizzante nel letto dal figlio, è deceduta nella serata di ieri dopo 12 ore d’agonia.

La prima ipotesi dell’aggressione avanzata dai Carabinieri è stata quella di una rapina degenerata in omicidio, ma i militari dell’Arma non escludono nessuna ipotesi, anche che qualcuno sia entrato in quella casa di periferia proprio per colpire l’anziana per ragioni al momento ignote.

L’allarme è stato dato dal figlio di 62 anni che ieri mattina, attorno alle 8, si era recato nell’abitazione della madre, al civico 21 di via Selciatella, per farle compagnia; la pensionata, autonoma, viveva da sola. Trovatala priva di sensi nel letto di casa, l’uomo ha subito allertato il 118. I medici, primi quelli della locale clinica e poi quelli dell’ospedale “Goretti” di Latina, hanno tentato in ogni modo di salvare Rosa Grassi. Il quadro clinico era però troppo complesso e l’anziana, attorno alle 20, è spirata. Un omicidio dunque. All’apparenza senza l’utilizzo di alcuna arma. Una 88enne pestata a morte.

I carabinieri hanno stanno ascoltando i familiari della vittima, i vicini e i primi soccorritori, vagliando le varie ipotesi. Gli investigatori stanno anche esaminando le telecamere di sorveglianza di alcune aziende della zona e gli uomini del Ris stanno scandagliando palmo a palmo l’abitazione. Altri elementi utili alle indagini sono inoltre attesi dall’autopsia. Un omicidio efferato e brutale ancora senza movente.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS