STATI UNITI, FA PROSTITUIRE LA FIGLIA PER COMPRARSI L’EROINA La vicenda era emersa quando i medici avevano scoperto che la piccola era dipendente da sostanze stupefacenti

626
usa

Orrore negli Usa, dove una donna di 32 anni, dell’ Ohio, ha ammesso di avere ripetutamente costretto a prostituirsi la figlia di 11 anni per ottenere eroina. La donna è stata dichiarata colpevole di stupro e traffico di esseri umani. Inoltre è anche accusata di avere somministrato eroina alla figlia numerose volte, a titolo di “ricompensa”.

La vicenda era emersa quando i medici avevano scoperto che la piccola era schiava dell’eroina come la madre che le avrebbe iniettato la droga come “ricompensa” per l’aiuto che le dava per procurarsi le sostanze di cui è dipendente.

Una serie di verifiche e di interrogatori ha fatto emergere una realtà sconvolgente: la piccola veniva venduta dalla madre ad amici e spacciatori che pagavano i rapporti sessuali con dosi di droga.

La donna è stata arrestata ed è ora sotto processo per stupro e traffico di esseri umani e rischia una condanna sino all’ergastolo. A processo anche gli spacciatori che la rifornivano di eroina ed abusavano della piccola che è stata affidata ai servizi sociali ed ai medici di una clinica specializzata nel recupero di giovanissimi tossicodipendenti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

NO COMMENTS